REGIONE SICILIANA REVOCA L’ACCREDITAMENTO ALL’ ISTITUTO ADDESTRAMENTO LAVORATORI

REGIONE SICILIANA REVOCA L’ACCREDITAMENTO ALL’ ISTITUTO ADDESTRAMENTO LAVORATORI

”Non sono ancora pervenuti i chiarimenti chiesti in merito all'utilizzo dei 22 milioni di euro da parte dell'ente di formazione Ial(Istituto Addestramento Lavoratori) - ancora non ha saputo spiegare come ha utilizzato ben 22 milioni di euro - ha detto l'assessore Scilabra "

Print Friendly, PDF & Email

Regione Siciliana ha revocato l’accreditamento allo Ial Sicilia. “Quando il Governo della Regione Siciliana chiede come vengano utilizzati i soldi pubblici si pretende una risposta chiara e netta – afferma l’assessore Nelli Scilabra – Lo Ial Sicilia non ha saputo spiegare come abbia utilizzato ben 22 milioni di euro”. Ad oggi “Non sono ancora pervenuti i chiarimenti chiesti in merito all’utilizzo dei 22 milioni di euro da parte dell’ente di formazione, destinati al pagamento dei lavoratori – si legge in una nota di Palazzo d’Orleans – Per tale motivo i corsi e il personale dello Ial e degli enti Aram, Lumen, Ancol, Aiprig transiteranno al Ciapi immediatamente”.

La nota continua ancora: “Chi non paga i lavoratori e non spiega come utilizza i soldi pubblici, evidentemente non può avere alcun rapporto con l’amministrazione regionale. Probabilmente qualcuno non ha ancora compreso che è cambiato il vento, questo provvedimento chiarirà le idee”.  Lo Ial Cisl Sicilia (Istituto Addestramento Lavoratori) nasce in Sicilia nel 1963. Nel 2011 lo Ial Cisl Sicilia mette in atto un importante processo di rinnovamento  cambiando la sua denominazione in IAL Sicilia, assumendo così  un’identità autonoma e rilanciando la propria mission in direzione di una risposta sempre più centrata sui bisogni formativi delle imprese e dei lavoratori. Sin dalla sua costituzione, lo Ial contribuisce al miglioramento delle condizioni professionali e delle competenze dei lavoratori nonché alla loro crescita formativa, culturale e sociale e, per questa via, allo sviluppo socio-economico del mercato del lavoro siciliano. Lo Ial vanta anche una rappresentanza a Bruxelles e una delegazione a Stoccarda. Le attività sono rivolte a tutti i settori dell’economia – agricoltura, industria, artigianato, turismo, terziario avanzato, commercio e terzo settore. Le molteplici figure e competenze professionali, in uscita dalle azioni di formazione e di orientamento, sono spendibili dentro e oltre la dimensione locale del mercato del lavoro. Ad oggi lo Ial Sicilia, oltre alla Sede di Coordinamento Regionale, ubicata nel capoluogo isolano, può contare su 29 Sedi Operative, che attuano la ricca mole di attività formative, e 28 Sportelli Multifunzionali distribuiti su tutto il territorio regionale.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook