Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

RIBERA (AG): MENTRE FA LA TAC CADE DAL LETTINO E MUORE. PRESENTATO UN ESPOSTO ALLA PROCURA

RIBERA (AG): MENTRE FA LA TAC CADE DAL LETTINO E MUORE. PRESENTATO UN ESPOSTO ALLA PROCURA

“Questa incredibile vicenda è accaduta a Leonarda Tudisco 73 anni, morta all'ospedale di Ribera in provincia di Agrigento. L’anziana donna avrebbe battuto con violenza la testa in ospedale mentre si sottoponeva a una Tac. Era stata ricoverata per un incidente domestico”

Print Friendly, PDF & Email

Ribera. Si chiamava Leonarda Tudisco l’anziana 73 enne di Calamonaci, un paesino in provincia di Agrigento. La vicenda ha dell’incredibile: secondo la ricostruzione dei familiari, per cause non ancora chiare, la loro congiunta è caduta dal lettino della Tac a cui si stava sottoponendo, battendo violentemente la testa. Un incidente che, per i parenti, avrebbe causato gravi complicazioni e, successivamente, la morte della donna. L’anziana era stata ricoverata una decina di giorni fa a seguito di una caduta accidentale tra le mura domestiche e stava trascorrendo la degenza nel nosocomio. Per ora la tragica vicenda è al vaglio della Procura della Repubblica di Sciacca dove i congiunti hanno presentato un esposto.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook