REGIONE SICILIANA: CROCETTA E D’ALIA INCONTRANO I RAPPRESENTANTI DEL GOVERNO LIBICO

REGIONE SICILIANA: CROCETTA E D’ALIA INCONTRANO I RAPPRESENTANTI DEL GOVERNO LIBICO

“Il presidente della Regione Siciliana Rosario Crocetta e il ministro della Pubblica amministrazione e la Semplificazione, Gianpiero D'Alia, hanno partecipato all'incontro tra i rappresentanti dei governi di Italia e Libia, in corso a Palazzo D'Orleans a Palermo”.

Print Friendly, PDF & Email

Regione Siciliana. Il  presidente della Regione Siciliana Rosario Crocetta ha partecipato all’incontro tra i rappresentanti dei governi di Italia e Libia, in corso a Palazzo D’Orleans a Palermo. Il tema della riunione: “Costruire la Democrazia: Le Sfide della Pubblica Amministrazione”, alla quale stanno partecipando il ministro del lavoro libico Muhammed Elfituri Ahmed Swelem e il ministro della Pubblica amministrazione e la Semplificazione, Gianpiero D’Alia.

Crocetta durante il suo intervento ha ricordato: “Come governo della Regione siciliana pensiamo che occorre costruire un rapporto con tutti i Paesi rivieraschi del Mediterraneo perché vogliamo creare un ponte nuovo tra i Paesi mediterranei e Paesi di cultura islamica e con l’Europa in un momento in cui il mondo arabo è attraversato da vicende piene di speranza e ricche di preoccupazione”. Poi ha aggiunto: “Guardiamo con molta attenzione alle vicende legate alle Primavere arabe e vorremmo essere su questo fronte accanto a voi e che voi foste accanto a noi”.

In merito allo stabilimento fiat ha chiosato: “Lo stabilimento della Fiat di Termini Imerese è chiuso, ma è in ottime condizioni, è in grado di costruire automobili di ottimo livello. Perché la Fiat non pensa di produrre e vendere nei Paesi dei Medio Oriente? Perché a Termini Imerese non facciamo una macchina del Mediterraneo, dove coloro che comprano sono anche quelli che producono e dove paesi come la Tunisia, la Libia e il Marocco comprano le macchine che loro stessi producono?”.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook