Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

FONSAI: ARRESTATI I LIGRESTI PER FALSO IN BILANCIO

FONSAI: ARRESTATI I LIGRESTI PER FALSO IN BILANCIO

“Fermato Salvatore Ligresti, ora si trova agli arresti domiciliari. In carcere sono le figlie, mentre il fratello Gioacchino Paolo è ricercato. Sono stati arrestati anche 3 ex manager Fonsai, Emanuele Erbetta è stato portato in carcere mentre Fausto Marchionni e Antonio Talarico sono ai domiciliari. gli arrestati avrebbero occultato perdite della Fondiaria Sai e influenzato il mercato”

Print Friendly, PDF & Email

Fonsai. Il capostipite  Salvatore, nato a Paternò, si trova ai domiciliari, in carcere i figli. Sono stati arrestati anche 3 ex manager, Emanuele Erbetta è stato portato in carcere mentre Fausto Marchionni e Antonio Talarico sono ai domiciliari. L’accusa contesta agli arrestati è di aver fittiziamente sottostimato nel bilancio 2.010 per 600 milioni di euro le riserve assicurative, al fine di evitare ricadute sul titolo Fonsai. Tre componenti della famiglia Ligresti – Jonella, Giulia e il loro papà Salvatore – sono stati arrestati nell’ambito dell’inchiesta su Fonsai. Un quarto figlio, Gioacchino Paolo, risulta ricercato e dovrebbe trovarsi in Svizzera avendone acquisito la cittadinanza. La Procura della repubblica di Torino sta valutando il sequestro del patrimonio. I pm ritengono che il gruppo abbia potuto contare dal 2002 al 2009 sulla ridistribuzione di utili per 253 milioni ‘drenati da Fondiaria Sai e da altri verso Premafin’ e ipotizzano il blocco del ‘profitto del reato’, ossia la somma ottenuta indebitamente dagli indagati. Fra i reati contestati anche l’aggiotaggio informativo, per la diffusione di notizie false “occultando perdite e influenzando le scelte degli azionisti” con un danno patrimoniale di circa 300 milioni. I componenti della famiglia Ligresti e gli ex manager Fonsai sono stati raggiunti dalle ordinanze di arresto nelle loro abitazioni e residenze estive.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook