Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

CATANIA: LAURA SALAFIA DIMESSA DALL’OSPEDALE TORNA A CASA

CATANIA: LAURA SALAFIA DIMESSA DALL’OSPEDALE TORNA A CASA

“Laura Salafia è stata dimessa dall'ospedale Cannizzaro di Catania dove era ricoverata. La studentessa universitaria di Sortino nel luglio 2010 era stata colpita da una pallottola vagante davanti alla facoltà di lettere che la ha costretta a spostarsi in carrozzina”.

Print Friendly, PDF & Email

Catania. Laura Salafia, la studentessa universitaria di Sortino colpita da una pallottola vagante davanti alla Facoltà di Lettere e Filosofia nel luglio 2010 e da allora costretta in carrozzina, è stata dimessa stamane. La ragazza ha lasciato l’Unità Spinale Unipolare dell’ospedale Cannizzaro di Catania, dove era stata ricoverata nel dicembre 2011, dopo i 16 mesi di terapia al centro specializzato di Montecatone, nei pressi di Imola. Laura è stata accompagnata a bordo di un’autoambulanza, assistita da medici e infermieri del Cannizzaro, nella casa messa a disposizione dal Comune di Catania.

Il progetto è stato programmato nell’ambito di un piano integrato di domicilio protetto attuato dal Comune e dall’Asp, dove adesso vivrà dopo oltre tre anni trascorsi nelle stanze d’ospedale. Laura Salafia è arrivata al termine di un complesso percorso riabilitativo e organizzativo, finalizzato a consentire alla paziente di raggiungere il massimo livello di autonomia possibile, pur restando nelle condizioni di tetraplegia in cui si trova. La ragazza sarà seguita dai sanitari, in regime di day hospital presso l’unità spinale dell’azienda Cannizzaro, dove continuerà il percorso riabilitativo.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook