Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

PALERMO: DURANTE UN LITIGIO AMMAZZA LA CONVIVENTE E FUGGE

PALERMO: DURANTE UN LITIGIO AMMAZZA LA CONVIVENTE E FUGGE

“L’omicida si chiama Benedetto Conti, 36 anni. L’uomo ha colpito a morte con un fendente Rosy Bonanno, 26 anni, durante un litigio poi si è dileguato. Conti è stato ritrovato dalla polizia poco dopo nella sua abitazione di Villabate. Sono in corso le indagini per stabilire motivi e dinamiche dell’omicidio. Pare che il figlioletto di due anni abbia assistito al delitto”.

Print Friendly, PDF & Email

Palermo.  Il convivente di 36 anni, Benedetto Conti l’ha colpita a morte con un fendente. La vittima, una donna di 26 anni, Rosy Bonanno, è stata barbaramente uccisa, con una coltellata durante un litigio nella loro abitazione in via Orecchiuta a Palermo. La coppia ha un bambino di due anni. L’uomo è fuggito, ma poco dopo è stato fermato a Villabate località in provincia di Palermo in un’abitazione dove risulta residente. L’uomo è stato condotto negli uffici della squadra mobile palermitana per essere interrogato. Dove si tenta di ricostruire la dinamica dell’omicidio. Secondo quanto trapelato l’uomo avrebbe accoltellato la ex compagna davanti al loro figlio di due anni il bimbo avrebbe quindi assistito al delitto. Bendetto Conti, è stato arrestato per omicidio. Pare che la sua ex compagna Rosy Bonanno, lo avrebbe denunciato sei volte per stalking. L’uomo avrebbe dovuto vedere il figlio avuto con la vittima due volte a settimana, ma negli ultimi tempi si sarebbe recato nella casa della vittime che viveva con i genitori ogni giorno disturbando e assillando la donna.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook