Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

RIPOSTO (CT): CROLLO SOLARIUM LA PROCURA INDAGA

RIPOSTO (CT): CROLLO SOLARIUM LA PROCURA INDAGA

“Sono in corso le indagini per stabilire le cause del drammatico crollo della struttura di legno che sosteneva il solarium del lungo mare di Torre Archirafi a Riposto. Intanto migliorano le condizioni di alcuni dei 19 feriti ricoverati negli ospedali di Giarre, Acireale e Taormina”.

Print Friendly, PDF & Email

Riposto. domenica notte, erano circa le 23 e la piattaforma era gremita di giovani. A causare l’incidente che per fortuna non si è trasformato in tragedia, forse, il numero eccessivo di persone che si sono presentate in massa per l’annunciata apertura del solarium. Buone notizie, invece arrivano dagli ospedali di Giarre, Acireale e Taormina dove sono stati trasportati i 19 feriti. Quasi tutti sono stati dimessi con lievi ferite lacero contuse. Solo un paio sarebbero stati ricoverati dopo aver riportato fratture agli arti.

Sotto interrogatorio il responsabile della società che ha ottenuto la concessione dal comune, il gestore del locale “White Sensation” e il beneficiario della concessione demaniale. Nessuno risulta al momento iscritto nel registro degli indagati. Rischiano un’accusa per lesioni colpose plurime le tre persone ascoltate, tra domenica notte e ieri mattina, dai Carabinieri di Riposto nell’ambito dell’inchiesta aperta dalla Procura di Catania sul crollo della struttura in legno di Torre Archirafi, frazione di Riposto. Nelle prossime ore potrebbe essere convocato anche il titolare dell’azienda che ha realizzato la struttura in legno. Nel frattempo sono in corso i controlli sul possesso di autorizzazioni e documenti necessari per l’apertura al pubblico del solarium. E’ emerso che i responsabili del locale non avevano effettuato il collaudo, chiesto, ma non ancora eseguito dai tecnici del comune. Ieri il primo cittadino di Riposto Enzo Caragliano ha annunciato che il comune marinaro si costituirà parte civile.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook