Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

PALERMO: VIGILE SORPRENDE I LADRI IN CASA, REAGISCE E LO UCCIDONO

PALERMO: VIGILE SORPRENDE I LADRI IN CASA, REAGISCE E LO UCCIDONO

“Il fatto è accaduto a Palermo, Mirco Vicari 38anni ha sorpreso dei banditi mentre rubavano nella sua abitazione mentre era al telefono con la compagna che ha sentito lo sparo. Per gli investigatori l'ipotesi della rapina non è certa”.

Print Friendly, PDF & Email

Palermo. Un vigile urbano di 38 anni, Mirco Vicari, avrebbe sorpreso dei banditi mentre rubavano nella sua abitazione in via Scillato, nel quartiere Borgo Nuovo. Dopo una breve colluttazione avrebbe avuto la peggio ed è stato ucciso. Vicari, secondo le prime ricostruzioni è tornato a casa e ha trovato l’anta della porta socchiusa e i ladri nell’appartamento. Ci sarebbe stata una lotta durante la quale il vigile ha perso la vita. I rapinatori sono riusciti a fuggire. Mentre il vigile urbano entrava in azione la sua compagna ha sentito in diretta al telefono lo sparo. L’uomo stava rientrando nella sua abitazione dopo avere fatto la spesa e si accingeva ad andare a lavoro per iniziare il suo turno di servizio. Era al telefono con la donna quando ha visto la porta di casa socchiusa e la ha avvertito che sarebbe entrato impugnando la pistola. La compagna, anche lei vigile urbano, ha sentito l’agente gridare “Polizia!”, prima di udire lo sparo; poi più nulla. Vicari era separato e aveva due figli di 9 e 11 anni. Svolgeva attività di controllo nei mercatini rionali.

I malfattori sarebbero fuggiti senza portare via la refurtiva, poi ritrovata dalla polizia accanto alla porta d’ingresso. La polizia ha trovato il televisore del vigile e, in un sacchetto, una macchina fotografica e altri oggetti di valore. La circostanza farebbe comunque propendere gli inquirenti per la rapina finita male. I vicini, interrogati dalla polizia, avrebbero sostenuto di non avere visto i banditi fuggire e di essersi accorti di quanto era accaduto solo dopo l’arrivo degli investigatori. Ancora non è chiaro se l’assassino abbia usato l’arma di ordinanza di Vicari o avesse un’arma propria. Quando sono arrivati i soccorsi l’abitazione del vigile era stata messa a soqquadro, circostanza che fa pensare alla rapina finita male. Dalle prime indagini gli investigatori non escludono altre piste. Vicari era noto per il rigore con il quale svolgeva le sue mansioni di controllo nei mercati rionali. Si potrebbe pensare a qualcuno, che avrebbe avuto motivi di risentimento e avrebbe potuto attenderlo nella sua abitazione e potrebbe averlo ucciso, simulando una rapina.

Una risposta a “PALERMO: VIGILE SORPRENDE I LADRI IN CASA, REAGISCE E LO UCCIDONO”

  1. domenico ha detto:

    Non può ché indignare una tragedia del genere, se si pensa che non c’è la pena di morte o l’erbastolo sicuro per questi delinguenti;
    anzi sé si pensa che in questo caso, fosse stato il padrone di casa ad ammazzare, era subito licenziato, messo in croce e in carcere.
    Ma chi ci tutela,dovè la nostra libertà?

Trackbacks/Pingbacks


Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook