Archiviato in | Politica, Politica Regionale

SANITÀ SICILIANA: ARRIVANO 500 MILIONI

SANITÀ SICILIANA: ARRIVANO 500 MILIONI

“Con lo stanziamento del Ministero si cancella il deficit sanitario siciliano, il 2012 chiude con un attivo di 4,5 milioni. Infatti. Il dicastero dell'Economia anticiperà due miliardi per sei regioni in difficoltà. In Sicilia 500milioni”.

Print Friendly, PDF & Email

Sanità Siciliana. Con i Cinquecento milioni stanziati, tornano dunque a posto i conti della sanità siciliana. Il sistema chiude il 2012 con un attivo pari a 4,5 milioni di euro; si tratta del primo segno positivo da diversi anni a questa parte, considerando che nel 2006 il deficit sanitario si era portato a quota 600 milioni di euro, costringendo così la Regione a dotarsi di un piano di rientro, che dal 2007 a oggi ha rimesso in sesto il sistema. Il consiglio dei ministri, “tenuto conto del completamento dell’istruttoria compiuta dai Tavoli di verifica degli adempimenti connessi ai Piani di rientro dai deficit sanitari” ha autorizzato il ministero dell’Economia a erogare somme per quasi 2 miliardi, a titolo di anticipo, per 6 regioni (oltre alla Sicilia l’elenco comprende Abruzzo, Calabria, Campania, Lazio e Molise).

“Siamo in equilibrio di bilancio”, ha spiegato l’assessore regionale alla Sanità, Lucia Borsellino. Un risultato ottenuto, ribadisce l’assessore, “che non riduce i servizi sanitari, anzi aumentando le performance e migliorando gli esiti. Tra i medici, i paramedici e altre figure noto la voglia di allearsi con l’amministrazione per creare un sistema sanitario sempre più efficiente. Il percorso è delineato, sicuramente in questi anni c’è stata una crescita del sistema. Questo però non significa che siamo arrivati al traguardo, la strada è lunga”. L’istruttoria compiuta “dal ministero dell’economia nel mese di aprile con il Tavolo di verifica degli adempimenti e il Comitato permanente per l’erogazione dei livelli essenziali di assistenza ha verificato che sussistono i presupposti previsti dal decreto legge per erogare gli anticipi”.  Sono queste le anticipazioni deliberate alle regioni:

Sicilia 500 milioni di euro

Abruzzo 118 milioni di euro

Calabria 411 milioni di euro

Campania 287 milioni di euro

Lazio 540 milioni di euro

Molise 63 milioni di euro

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook