Archiviato in | Politica, Politica Regionale

PDL: SCHIFANI STOPPA, RITIRATO IL DDL SU CONCORSO ESTERNO

PDL: SCHIFANI STOPPA, RITIRATO IL DDL SU CONCORSO ESTERNO

“Il promotore del testo accoglie la richiesta del capogruppo Schifani e ritira la proposta non volendo creare problemi all'alleanza Pd-Pdl. La proposta di legge prevedeva la riduzione della condanna per associazione mafiosa e niente carcere”.

Print Friendly, PDF & Email

Pdl. Luigi Compagna (Gal) conversando con i cronisti al Senato annuncia la sua decisione, alcune ore dopo aver presentato la proposta di legge che ha sollevato una valanga di polemiche contro Berlusconi e il Pdl. Poi dice: “accolgo la richiesta del collega Schifani di ritirare il mio ddl sul concorso esterno in associazione mafiosa. Lo ritiro per una ragione politica: non voglio creare problemi all’alleanza Pd-Pdl”. Il ddl prevedeva condanna ridotta per concorso esterno in associazione mafiosa. Niente carcere e intercettazioni per chi avrebbe svolto attività sotterranea di supporto ai componenti dell’associazione mafiosa. Si sarebbe dovuto dimostrare anche l’esistenza di un profitto. Quello di concorso esterno in associazione mafiosa è il capo di imputazione anche dell’ex senatore Marcello Dell’Utri. A stoppare la presentazione del testo è stato l’intervento del senatore capogruppo del Pdl Renato Schifani che poco prima aveva precisato ai giornalisti: “È un testo di legge che non fa parte del programma del Pdl e che il senatore, che fa parte del gruppo Gal, ha presentato a titolo personale. Per evitare strumentalizzazioni e perniciose polemiche ho invitato personalmente il senatore Compagna a un tempestivo rinvio del testo, ricevendone rassicurazioni in tal senso”.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook