Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale, Esteri

CATANIA: 500 MARINES TRASFERITI A SIGONELLA

CATANIA: 500 MARINES TRASFERITI A SIGONELLA

“Le forze armate degli Stati Uniti si mobilitano. Dopo l'attentato delle ultime ore a Bengasi il contingente militare americano è già pronto nella base militare di Catania”.

Print Friendly, PDF & Email

Catania. Dalla Spagna sono arrivati cinquecento marines statunitensi, sono stati trasferiti alla base americana di Sigonella, nel Catanese, dopo gli attentati di Bengasi, in Libia, contro tre stazioni di polizia e un ospedale della città. secondo fonti della Nas Usa della base etnea, il trasferimento rientra nei servizi di supporti logistici a unità operative permanenti o temporane ed è in linea con impegni e relativi accordi presi con il governo italiano. “Il personale della Nas Sigonella – afferma il tenente di vascello Tim Page, capo ufficio stampa della stazione aeronavale della marina Usa di Sigonella, in una dichiarazione rilasciata all’Ansa – è costantemente impegnato a fornire supporto logistico di elevato livello ai seguenti comandi della forze armate Usa: Centcom, Africom, Eucom, alle unità della V e VI Flotta Usa e alle forze della Nato nel Mediterraneo. In linea con questo impegno e con i relativi accordi presi con il governo italiano – aggiunge l’ufficiale – la Nas americana continua a fornire supporto sia a unità operative permanente che temporanee. Come riportato in precedenza, la Nas Sigonella americana sta attualmente fornendo supporto logistico a una piccola unità di marines denominata ‘Special purpose marine air-ground taske force’ di stanza nella base di Moron in Spagna che – conclude il tenente di vascello Tim Page – è temporaneamente schierata nella Nas americana pronta a intervenire nelle suddette aeree operative, nel caso in cui fosse necessario”.

Il contingente di soldati americani è stato trasferito dalla Spagna a Sigonella con la particolare eccezione che in caso di necessità di intervento in Nordafrica siano pronte per intervenire. Spiegano le stesse fonti statunitensi, precisando che per operazioni di intervento s’intendono “operazioni di appoggio alle sedi diplomatiche Usa” in Libia e Nordafrica, “assistenza umanitaria e operazioni di soccorso”.  I 500 marines arrivati dalla Spagna sono solo una parte del contingente di pronto intervento trasferito nella base siciliana di Sigonella con la priorità d’intervento nella parte nord del continente africano.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook