Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

CATANIA: PEDOFILIA ON LINE, SCOPERTA LA RETE INVISIBILE, 4 ARRESTI

CATANIA: PEDOFILIA ON LINE, SCOPERTA LA RETE INVISIBILE, 4 ARRESTI

“La Procura di Catania di concerto con la polizia postale guidata da Marcello La Bella per la prima volta in Italia sono riusciti a penetrare il "deep web" degli abusi su internet. Gli investigatori coordinati dal procuratore Giovanni Salvi hanno eseguito 4 arresti contestando accuse gravissime: Sono state identificate due vittime sotto i dieci anni abusati davanti a una telecamera, mentre sono una decina gli indagati coinvolti. Nell'operazione è coinvolta la mamma di Catania di 48 anni che era stata arrestata qualche mese fa”.

Print Friendly, PDF & Email

Catania. E’ stata denominata Tor la maxi operazione della Polizia postale contro un gruppo di pedofili accusato di violenza sessuale a danno di minori. Il gruppo, scoperto dalla polizia postale e delle comunicazioni, agiva su una rete invisibile, denominata ‘deep web’. E’ la prima volta in Italia che investigatori riescono ad aggredire anche il ‘mondo parallelo’ di immagini di abusi pedofili diffusi su internet. Le persone arrestate sono quattro e identificate le due vittime di abusi, un maschio e una femmina minorenni. I cinque indagati non fermati appartenevano al gruppo ed erano in contatto con l’arrestato piemontese anche sul Deep Web perché “fortemente interessati a quel particolare tipo di materiale pedopornografico realizzato che riproduceva in maniera sacrilega gli abusi sui minori agli oggetti religiosi”. Questo è il bilancio di un’operazione contro la pedofilia online coordinata dalla Procura distrettuale di Catania. Gli indagati, che sarebbero poco meno di una decina, compresi i quattro arrestati, sono accusati di produzione, commercio, divulgazione e detenzione di materiale pedopornografico, e di abuso su minori di età inferiore ai 10 anni. Le violenze sessuali contestate sono quelle realizzate per creare le immagini pedopornografiche da immettere sul mercato web.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook