Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

PALERMO: DICIASSETTENNE GHANESE SI UCCIDE

PALERMO: DICIASSETTENNE GHANESE SI UCCIDE

“Il ragazzo di origine ghanese ma nato a Palermo era studente del liceo Meli della città, si è tolto la vita facendo harakiri con un coltello nella sua casa allo Zen. Grande il cordoglio degli amici”.

Print Friendly, PDF & Email

Palermo.   Gli investigatori sono in cerca di indizi per risalire al movente di un gesto così efferato.

Era uno studente del Liceo Meli il ragazzo ghanese di 17 anni nato a Palermo. Si è tolto la vita ieri sera, nella sua casa in via Antonio De Curtis allo Zen. Il giovane, si è ritirato nella sua stanza, poi ha preso un coltello e si è ferito mortalmente al petto facendo harakiri. All’interno dell’abitazione nessun segno di lotta o di violenza. Il padre si trovava in casa, è stato interrogato dai carabinieri della compagnia di San Lorenzo. Il magistrato ha disposto l’autopsia del corpo. La polizia sta indagando per risalire al movente del gesto. Per questo motivo gli inquirenti hanno ascoltato amici e compagni di classe del ragazzo, che frequentava il terzo anno del liceo classico. La notizia ha fatto il giro dei social network in pochi minuti. Tanti compagni hanno voluto testimoniare il loro affetto per il giovane.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook