Archiviato in | Politica, Politica Regionale

FORMAZIONE, LAVORATORI SPEDISCONO A CROCETTA I NUMERI DEI LORO C/C

FORMAZIONE, LAVORATORI SPEDISCONO A CROCETTA I NUMERI DEI LORO C/C

“Sono migliaia le cartoline spedite a Crocetta dai lavoratori della formazione professionale: "Ha detto che avrebbe pagato personalmente i nostri stipendi arretrati" spiegano i sindacati. L’iniziativa provocatoria è della Flc Cgil Sicilia”.

Print Friendly, PDF & Email

Palermo. Sono migliaia le cartoline di lavoratori della formazione professionale indirizzate al presidente della Regione Rosario Crocetta per comunicargli gli stipendi arretrati di cui sono in attesa e l’Iban per l’accredito delle somme. L’iniziativa provocatoria è della Flc Cgil Sicilia in risposta – si legge in una nota del sindacato – a quanto affermato da Crocetta, che nelle settimane scorse di fronte alle proteste dei lavoratori ha dichiarato che li avrebbe pagati direttamente. “Stiamo distribuendo le cartoline tra i lavoratori – evidenzia Giusto Scozzaro, segretario generale della Flc Sicilia – che partiranno nei prossimi giorni alla volta di Palazzo d’Orleans. Con questa iniziativa puntiamo a sottolineare che il problema della riforma del settore e quelli dei lavoratori non si risolvono con le chiacchiere. Di fatto il sistema è al collasso e i lavoratori continuano a vivere situazioni di estremo disagio, cosa per cui Flc Cgil, Cisl Scuola e Uil Scuola hanno indetto per il 10 maggio lo sciopero generale del settore. La questione salariale è un’emergenza prioritaria che va risolta senza ulteriori indugi e senza demagogia con un’amministrazione regionale all’altezza di gestire le normali procedure – conclude  Scozzaro – Per quanto riguarda la riforma è chiaro che non si può perdere più tempo aprendo immediatamente il confronto con i sindacati”.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook