Archiviato in | Conferenze, Incontri, Libri

CATANIA: PRESENTATO IL LIBRO DI LEONARDO URBANI “LE QUATTRO GEOGRAFIE”

CATANIA: PRESENTATO IL LIBRO DI LEONARDO URBANI “LE QUATTRO GEOGRAFIE”

"Attaguile ha indicato nel pensiero e nella proposta di Urbani la fonte ispiratrice dell'iniziativa assunta con Hub-SiciliaInternazionale, in direzione della scoperta (collegamento in rete) e valorizzazione delle risorse del territorio, fornendo loro un orizzonte internazionale che riposizioni la Sicilia e le regioni mediterranee nel nuovo scenario globale".

Print Friendly, PDF & Email

É stato presentato nell’aula magna del Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali dell’Università di Catania il libro di Leonardo Urbani, “Le quattro geografie”. Presente all’incontro, Giuseppe Vecchio (Università di Catania), Francesco Attaguile (Hub- SiciliaInternazionale), il Rettore Prof. Giacomo Pignataro. Il Rettore Pignataro ha voluto tracciare le linee per un ruolo centrale dell’Universita nello sviluppo e per la valorizzazione delle risorse del territorio, soprattutto quelle umane, con particolare attenzione al processo di internazionalizzazione.Il prof. Vecchio, direttore del Dipartimento di scienze politiche e sociali, ha evidenziato le caratteristiche della più recente opera del prof. Urbani che, architetto ed urbanista di fama internazionale, offre una visione culturale assai più vasta, che parte dalla persona, dalla famiglia e dal territorio per ristabilire un diverso equilibrio di valori e risorse rispetto all’attuale sovversione della priorità della persona umana. Il professore Vecchio ha individuato anche le ffinità intellettuali del pensiero di Urbani con altri scrittori ed uomini di cultura siciliani, come il giurista Pietro Barcellona e il matematico Filippo Spagnolo, ponendo l’autore di “Le quattro geografie” al centro di una nuova cultura del progetto. Francesco Attaguile, presidente di Hub-SiciliaInternazionale, l’associazione per l’internazionalizzazione della Sicilia che ha organizzato la presentazione, si è soffermato sulla parte conclusiva del libro, contenente una precisa proposta di nuovo ordine fra le “geografie”: Geografia dell’uomo, della famiglia e della comunità; Geografia del territorio; Geografia delle economie reali; Geografia delle economie finanziarie , e non più viceversa. Attaguile ha indicato nel pensiero e nella proposta di Urbani la fonte ispiratrice dell’iniziativa assunta con Hub-SiciliaInternazionale, in direzione della scoperta (collegamento in rete) e valorizzazione delle risorse del territorio, fornendo loro un orizzonte internazionale che riposizioni la Sicilia e le regioni mediterranee nel nuovo scenario globale: un modello di sviluppo alternativo mediterraneo per evitare il declino dell’Europa, già avviato dalla crisi dell’economia finanziaria, virtuale e speculativa.A sostegno di questa proposta hanno testimoniato numerosi protagonisti del modello di economia che risorge dal territorio, come quello “ragusano”, rappresentato dal dott. Rosario Alescio e dal direttore del Consorzio del cioccolato di Modica Nino Scivoletto, la Rete dei sistemi locali di sviluppo, rappresentata da Sebastiano Di Mauro del GAL Val d’Anapo, il Distretto della pesca di Mazara del Vallo etc. Erano altresì presenti il presidente del Parco tecnologico e scientifico della Sicilia Marco Romano, il presidente del Porto di Augusta Aldo Garozzo, l’arch. internazionale Pierpaolo Maggiora, autore del progetto per fare della Sicilia la capitale del Mediterraneo, e numerosi imprenditori. A concludere la manifestazione sono intervenuti anche Antonio Piceno, della Programmazione della Regione Siciliana, di Giorgio Pugliese del Ministero dello Sviluppo economico e, in teleconferenza da Bruxelles, del direttore della DG Regio della Commissione Europea, Vicente RODRIGUEZ SAEZ , che ha fornito in anteprima la previsione degli stanziamenti dell’UE per la coesione 2014/2020, con particolare riferimento alle Regioni in ritardo di sviluppo (fra cui la Sicilia), al Mediterraneo ed alla Cooperazione territoriale transnazionale (dei quali si allegano a parte le tabelle descrittive trasmesse da Bruxelles).

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook