Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

PALERMO: DAL BRACCIO DI FERRO PASSANO ALLE COLTELLATE

PALERMO: DAL BRACCIO DI FERRO PASSANO ALLE COLTELLATE

“La vicenda si è svolta a Baida, frazione di Palermo, un uomo, durante la scampagnata del primo maggio, dopo aver perso la gara di braccio di ferro si è presentato con un bastone a casa del conoscente, che ha risposto armandosi con un coltello trasformando l’incontro in rissa”.

Print Friendly, PDF & Email

Palermo. Da una semplice gara a braccio di ferro l’incontro è finita a coltellate: la scampagnata del Primo maggio si è trasformata in rissa nella frazione di Baida, a pochi chilometri da Palermo. Due conoscenti, Carlo Graziano e Giuseppe Burgio, si erano sfidati a braccio di ferro. Graziano, che aveva perso la gara, si è presentato in serata a casa di Burgio armato di bastone. L’uomo prima di aprire la porta ha preso un lungo coltello con il quale ha colpito più volte Graziano. Le due ferite più gravi sono all’addome e la vittima è ricoverata in prognosi riservata. Burgio, arrestato dai carabinieri per tentato omicidio, davanti al pm Maria Forti, ha ammesso subito di aver colpito il conoscente. Sono in corso le indagini per definire ulteriormente la dinamica della vicenda.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook