Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

ETNA: ANCORA CENERE E LAPILLI SUI CENTRI ETNEI

ETNA: ANCORA CENERE E LAPILLI SUI CENTRI ETNEI

“Dopo la scorsa eruzione-lampo, si ripropone il bilancio dei danni procurati dalla cenere vulcanica. La zona di Giarre risulta la più interessata al fenomeno. Il centro etneo sommerso da pioggia e pietrisco vulcanico caduta copiosamente su auto e persone. Per ore si sono verificati problemi alla circolazione stradale”

Print Friendly, PDF & Email

Etna. Dopo la dodicesima eruzione del 2013 , nei centri etnei interessati comincia il bilancio dei danni procurati dalla cenere lavica. dopo la violenta attività di ieri il versante est del vulcano è stato interessato da una grandissima nube nera, causata dalla fase stromboliana del nuovo cratere di Sud-Est, che ha provocato una pioggia di sabbia nera e materiale piroclastico che si è riversato su numerosi paesi, creando anche grossi problemi alla circolazione stradale. Interessato anche un tratto di autostrada Catania-Messina, all’altezza di Giarre, è stata ricoperta da tantissima cenere lavica, e pietrisco vulcanico grande come grandine che pioveva su auto e persone. L’Etna ha sprigionato la più energica eruzione dell’anno così come la hanno definita gli esperti dell’Ingv, infatti i forti boati emessi hanno fatto vibrare in maniera decisa i vetri di numerose abitazioni

Già i diversi comuni si leccano le ferite, infatti sono già cominciate le pulizie, di strade, piazze, tetti, caditoie, tombini e quant’altro. Un lavoro infinito, visto che il vulcano sta rendendo sempre più brevi i tempi tra un’attività stromboliana e l’altra e che ha cominciato a ledere pesantemente l’economia dei Comuni etnei, soprattutto per gli alti costi degli interventi che sono costrette ad affrontare le amministrazioni comunali che si possono quantificare in svariati milioni di euro per eruzione.

 

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook