Archiviato in | Politica

ELEZIONE PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA: PD CAMBIA ROTTA E PROPONE PRODI

ELEZIONE PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA: PD CAMBIA ROTTA E PROPONE PRODI

“Terza votazione per il nuovo capo dello Stato, che potrebbe non essere risolutiva. Bersani lancia candidato il Professore Romano Prodi, candidatura approvata dalla riunione di ieri sera con tanti applausi da parte dell'assemblea dei grandi elettori. Gasparri: parla di una scelta che divide “apriremo dialogo con forze politiche alternative alla sinistra". Intanto Marini ritira la sua candidatura e spunta l’ipotesi Cancellieri”.

Print Friendly, PDF & Email

 

http://www.youtube.com/user/cameradeideputati?v=st45n6RLf0I

 

Elezione Presidente della Repubblica. E’ ricominciata la terza votazione. Il segretario del Pd, Pier Luigi Bersani, ha proposto all’assemblea dei grandi elettori del Pd il nome di Romano Prodi per la presidenza della Repubblica. La proposta di Bersani è stata approvata all’unanimità e accolta da un applauso. Intanto marini ha ritirato la sua candidatura. Anche Stefano Rodotà candidato 5 stelle ha in programma il ritiro della sua candidatura. Nel suo intervento di fronte all’assemblea dei gruppi parlamentari del Pd, Bersani ha, secondo quanto riferiscono alcuni partecipanti, ringraziato subito Franco Marini e poi ha parlato della necessità di “costruire una scelta del nostro campo da proporre al Parlamento”. Alla prossima votazione, comunque, ha dato indicazione per la scheda bianca.

Romano Prodi, secondo quanto si apprende, è in questo momento in Mali e dovrebbe rientrare domani. L’ex premier, indicato dal Pd come candidato al Colle dal centrosinistra, non aveva, infatti, modificato in questi giorni i suoi impegni come inviato speciale del segretario generale dell’Onu per il Sahel.Franco Marini in una dichiarazione afferma che: “È saltata la strategia di un dialogo con il centrodestra finalizzata all’obiettivo di dare all’Italia un Governo, dinanzi alla durissima situazione del Paese. Strategia da me pienamente condivisa. Anche perché ritengo una follia il ritorno immediato alle urne con questa legge elettorale. Ovviamente con il cambio di strategia viene meno anche la mia candidatura”.

A destra spunta l’ipotesi Cancellieri. Maurizio Gasparri è intervenuto nella discussione: “Ieri c’è stato un incontro tra Scelta civica e Pdl e ci è stato proposto di convergere sulla Cancellieri, ed è una valutazione che faremo più tardi” e poi ha aggiunto che l’ipotesi Cancelleri “ci interessa anche per il futuro, per aprire un dialogo con un’area alternativa alla sinistra”.

Per il Pdl l’opzione Prodi è una scelta che divide e pensa all’ipotesi Cancellieri. Il vice presidente del senato Maurizio Gasparri interviene:”Quella di Prodi è una scelta che divide. Il contrario di quello che serve all’Italia. Ieri c’è stato un incontro tra Scelta civica e Pdl e ci è stato proposto di convergere sulla Cancellieri ed è una valutazione che faremo più tardi. E’ un’ipotesi che ci interessa anche per il futuro, per aprire un dialogo con un’area alternativa alla sinistra”. Posizione dura anche per il pidiellino vicepresidente della Camera Maurizio Lupi: “Prodi presidente della Repubblica? I comunisti non cambiano mai. Prima gli interessi di un partito sfasciato e allo sbando e poi quello degli italiani. Grazie all’inciucio con i grillini avremo Prodi presidente della Repubblica. Il nuovo che avanza!!! Povera Italia”. E Ancora il commento di Daniele Capezzone coordinatore dei dipartimenti Pdl: “La scelta di Romano Prodi è una ferita per milioni di italiani, un modo di lacerare il Paese e di alimentare divisione e contrapposizione: esattamente il contrario di ciò che una candidatura al Quirinale dovrebbe fare”. Inoltre Capezzone aggiunge che i renziani hanno scelto la via della restaurazione.

“Prodi? Una scelta di rottura che non voteremo. Sceglieremo un candidato alternativo che decideremo nelle prossime ore. Il Pd non ha retto sulla scelta di Marini, la segreteria Bersani è inaffidabile a questo punto. Il Pd con il 29% sta prendendo tutte le cariche dello Stato. Sul governo l’elezione di Prodi chiuderebbe qualsiasi ipotesi di larghe intese”. Lo ha detto in diretta a Tgcom24 Fabrizio Cicchitto (Pdl) dopo la conclusione dell’assemblea Pd. Sull’ipotesi di un governo Pd- M5S, ha concluso: “Non ho una fantasia così masochista”.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook