Archiviato in | Finanza, Politica, Politica Regionale

REGIONE SICILIANA: ANCORA TAGLI ALLA SPESA

REGIONE SICILIANA: ANCORA TAGLI ALLA SPESA

“Ancora tagli di spesa: ulteriore riduzione di 720 milioni. Sono stete depositate le note di variazione della manovra di bilancio 2013, che ora si assesta a 25,9 miliardi. Il taglio della spesa, rispetto al bilancio 2012, è di 1,32 miliardi”.

Print Friendly, PDF & Email

Regione Siciliana. La spesa corrente, secondo la relazione tecnica allegata alla nota di variazione, è pari a 13,752 miliardi, con una riduzione rispetto al testo trasmesso lo scorso gennaio di 720,27 milioni di euro. Quindi il taglio della spesa, rispetto al bilancio 2012, è di 1,32 miliardi. Con la nota di variazione, depositata all’Ars dal governo Crocetta, la manovra di bilancio 2013 si assesta a 25.934.135.000 di euro, con un incremento di 1.839.686.000 per effetto delle entrate derivanti dai trasferimenti di capitale (+ 1,6 mld) in conseguenza dell’iscrizione nel documento contabile delle risorse del fondo Coesione e sviluppo (Fsc) 2007-2013. “Tutte le voci economiche delle spese correnti – si legge nella relazione tecnica – registrano sensibili decrementi rispetto sia alla previsione definitiva 2012 che al bilancio 2013 precedentemente presentato”.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook