Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

MUOS: TUONA LA PROTESTA A NISCEMI, ATTIVISTI BLOCCANO L’ACCESSO AL CANTIERE

MUOS: TUONA LA PROTESTA A NISCEMI, ATTIVISTI BLOCCANO L’ACCESSO AL CANTIERE

“Tuona la protesta delle mamme no muos dopo la ripresa dei lavori nella base americana, nonostante il decreto della Regione e l'impegno del console Usa a fermare i lavori. Un presidio impedisce l'accesso a militari e operai. Il sindaco di Niscemi, Francesco La Rosa, appena constatata la violazione ha inviato una nota di denuncia al governo regionale e al prefetto di Caltanissetta”

Print Friendly, PDF & Email

Tuona la protesta degli attivisti a Niscemi, le “Mamme No Muos” hanno bloccato con le loro automobili, la strada che conduce al presidio statunitense, impedendo il transito agli operai e ai soldati americani. Sul posto sono schierati numerosi agenti di polizia. La tensione è altissima. Questa è la risposta dei contestatori alla ripresa dei lavori di costruzione, nella base militare Usa di contrada Ulmo, del sistema di telecomunicazione satellitare ad altissima frequenza Muos.

La protesta si è fatta più dura quando è stato accertato e registrato con delle videocamere, che, malgrado l’impegno del console americano e nonostante il decreto della Regione Siciliana di revoca delle autorizzazioni, i lavori di costruzione dell’impianto radar sono ripresi e sono quasi completati. Il sindaco di Niscemi, Francesco La Rosa, appena constatata la violazione ha inviato una nota di denuncia al governo regionale e al prefetto di Caltanissetta sollecitando un loro intervento per richiamare gli americani a un maggiore rispetto delle leggi, delle istituzioni e del popolo italiano. Ieri, alcuni rappresentanti degli attivisti no muos hanno presentato un esposto alla magistratura. In queste ore si temono scontri tra dimostranti e forze dell’ordine qualora venisse decisa la rimozione dei blocchi.

 

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook