Archiviato in | Politica, Politica Regionale

BRUXELLES: BATTIATO E LE SUE BATTUTE

BRUXELLES: BATTIATO E LE SUE BATTUTE

“L'assessore regionale Franco Battiato a Bruxelles per promuovere la Sicilia, ha commentato la situazione politica nel nostro Paese con una frase sconveniente: "Queste troie che si trovano in Parlamento farebbero qualsiasi cosa. È una cosa inaccettabile". E poi:"Queste donne farebbero qualunque cosa, sarebbe meglio che aprissero un casino". A posteriori il chiarimento: "Mi riferivo al passato". Il Presidente Crocetta si scusa: “Mi dispiace veramente molto, sono addolorato”

Print Friendly, PDF & Email

Bruxelles. “È una cosa inaccettabile”. Questo è l’esordio del musicista Franco Battiato nel suo intervento al Parlamento europeo nella sua veste di assessore al Turismo della Regione Sicilia, parlando della compagine politica italiana. Secondo Battiato sarebbe meglio che “aprissero un casino” e poi rincara:”Queste troie che si trovano in Parlamento farebbero qualsiasi cosa”.

Dopo il suo intervento una valanga di polemiche e dure risposte alle sue affermazioni, tanto che Battiato ha dovuto correggere il tiro precisando: “Prendo atto con dispiacere per la mia frase, che ovviamente si riferiva a passate esperienze politiche caratterizzate da una logica da mercimonio offensiva della dignità delle donne, sia stato travisata e interpretata come una offesa al Parlamento attuale, per il quale ho stima, o per le donne. Era evidente che il riferimento era a passate stagioni parlamentari che ogni italiano di buon senso vuole dimenticare. Stagioni caratterizzate dal malaffare politico, dal disprezzo per le donne e per il bene pubblico. Dispiace, altresì, prendere atto che dopo un’ora e mezza di conferenza in cui abbiamo raccontato quello che stiamo facendo per ridare dignità e speranza alla Sicilia, sia passata una singola frase che ovviamente non poteva essere riferibile all’attualità”.

All’invito a dimettersi, il musicista assessore Battiato ha dichiarato di non essersi pentito dell’incarico regionale: “ho accettato questo ruolo lontano dalle mie forme mentali. E credo che il governatore Crocetta abbia avuto un’idea formidabile a scegliere non politici per gli assessorati. In Italia si sta avverando una profezia biblica. Parliamo la stessa lingua ma non ci intendiamo. Ognuno è artefice del proprio destino, questa Italia così fa schifo. È inaccettabile. Sono inaccettabili i loro discorsi. Servi dei servi. È l’idiozia dell’essere umano, che con 10 euro si compra un voto”.

Nella discussione è intervenuto il presidente della regione siciliana Rosario Crocetta che ha affermato: “Battiato ha fatto affermazioni gravi e inaccettabili”. Crocetta, ha inviato le scuse del governo siciliano per le affermazioni che ha definito “certamente non istituzionali e offensive” dell’assessore regionale al Turismo. “Quando si sta nelle istituzioni si rispetta la dignità delle istituzioni medesime e, nel caso di Battiato sicuramente si è andati ben oltre e si è violato il principio della sacralità delle stesse. Mi dispiace veramente molto, sono addolorato”.

 

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook