Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

CATANIA: INIZIA PROCESSO SUI PARCHEGGI IN CITTÀ, PG CHIEDE ACQUISIZIONE DEI DOCUMENTI

CATANIA: INIZIA PROCESSO SUI PARCHEGGI IN CITTÀ, PG CHIEDE ACQUISIZIONE DEI DOCUMENTI

“L'udienza d'appello è stata aggiornata al 26 marzo per stabilire l’acquisizione dei documenti.. Gli imputati tra i quali l'ex sindaco Scapagnini erano stati assolti in primo grado”.

Print Friendly, PDF & Email

Catania. Il sostituto pg Domenico Platania alla terza Corte d’appello ha chiesto l’acquisizione di tutta la documentazione che ha portato all’approvazione da parte del Comune di Catania alla costruzione dei parcheggi in project financing. I difensori si sono opposti, chiedendo l’accelerazione del procedimento per evitare la prescrizione che scatterà nel prossimo ottobre. I giudici si sono ritirati in camera di consiglio per decidere e alla fine hanno aggiornato l’udienza al prossimo 26 marzo. il 30 marzo del 2011  la terza sezione del tribunale, ha assolto in primo grado tutti gli imputati e disposto il dissequestro delle aree dei cantieri, uno solo dei quali già avviati. Imputati per abuso d’ufficio erano l’ex sindaco e attuale parlamentare del Pdl Umberto Scapagnini, nella qualità di commissario per l’emergenza traffico, l’ex direttore dello stesso ufficio Tuccio D’Urso e tre componenti della commissione di valutazione, Mario Arena, Salvatore Fiore e Giovanni Laganà. Inoltre vi erano anche tre imprenditori, Ennio Virlinzi e i fratelli Mimmo e Sebastiano Costanzo, rappresentanti legali di ditte che avrebbero dovuto realizzare i parcheggi.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook