SICILIA: MOVIMENTO FORZA D’URTO, LUNEDI’ L’INCOGNITA DEI BLOCCHI STRADALI

SICILIA: MOVIMENTO FORZA D’URTO, LUNEDI’ L’INCOGNITA DEI BLOCCHI STRADALI

“Forconi e autotrasportatori si trasformeranno in Forza d’urto. Lunedì saranno in strada e con raduni e volantinaggi. Si teme che la manifestazione solo di protesta possa trasformarsi in un blocco del traffico”.

Print Friendly, PDF & Email

Sicilia. E’ fissata per domani l’adunanza degli aderenti movimento Forza d’urto che riunisce oltre ai Forconi anche esponenti di diverse categorie produttive. La manifestazione ufficialmente dovrebbe essere solo dimostrativa quindi dovrebbe sviluppare solo un pacifico volantinaggio, ma che potrebbe prendere una brutta piega trasformandosi in blocchi stradali veri e propri che potrebbero portare un vero e proprio scompiglio nell’isola.

I raduni si terranno in varie località della regione e vogliono essere – si legge in una nota del movimento – un modo per diffondere le motivazioni della base dei manifestanti e raccogliere nuovi consensi. Nel contempo rassicurare il mondo produttivo della volontà di non voler arrecare alcun danno all’economia dell’isola. Il mero motivo delle manifestazioni per cui già sono state avvertite le prefetture si legge sempre nella nota che: “Desideriamo vivere, lavorare e produrre con ogni mezzo nella nostra terra”. E’ scontato che nell’isola sale la tensione se si vuole ricordare il selvaggio fermo dei tir che nel gennaio del 2012 mise in ginocchio l’economia dell’Isola. Infatti, per diversi giorni i manifestanti molto agguerriti bloccarono senza indugi gli snodi industriali e stradali.

Dal canto suo il leader del movimento, Mariano Ferro, in una dichiarazione di qualche giorno fa si dice: “combattuto tra la disperazione del settore e le esigenze dei siciliani, ai quali, non vogliamo assolutamente fare male, anzi… Nessuno, mi dicono i miei, si accorgerebbe di un volantinaggio, sarebbe uno sfogo per poi tornare a casa con i problemi non risolti. E quando non hai i soldi per mangiare se non ci sono risposte c’è soltanto la disperazione, che ti spinge a combattere, a lottare”.

Queste le zone dove si svolgeranno le principali manifestazioni annunciate:

Palermo piazzale antistante il porto, spiazzzo davanti il porto di Termini Imerese e  nella zona industriale termitana, e lungo la statale 624 Sciacca-Palermo; .la statale 640 Agrigento – Caltanissetta, sulla rotonda in prossimità dello stabilimento raffineria Eni (Cl); In provincia di Siracusa il porto di Augusta e il polo petrolchimico di Augusta; Catania piazzale antistante il porto e il casello autostradale San Gregorio, a Messina; il casello autostradale di Villafranca Tirrena e quello di Tremestieri(Me).

 

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook