Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

TRAPANI: COSTRETTA A FIRMARE RINUNCIA A GRAVIDANZE, DENUNCIA IMPRENDITORI

TRAPANI: COSTRETTA A FIRMARE RINUNCIA A GRAVIDANZE, DENUNCIA IMPRENDITORI

“E’ accaduto a Trapani un'impiegata di un negozio di abbigliamento sarebbe stata obbligata a sottoscrivere una dichiarazione in cui accettava di non avere figli per almeno due anni. Lei denuncia gli imprenditori”.

Print Friendly, PDF & Email

Trapani. Una giovane commessa di un negozio di abbigliamento del centro della città sarebbe stata costretta a sottoscrivere una dichiarazione di rinuncia ad avere figli per almeno due anni, dopo aver contratto matrimonio. La commessa per potere lavorare con una paga inferiore rispetto a quella prevista dal contratto ha dovuto sottoscrivere il contratto vessatorio. A denunciare la vergognosa vicenda è stata la stessa donna dopo essere stata licenziata dai datori di lavoro che le avrebbero contestato un’assenza “ingiustificata”. I soprusi sarebbero andati avanti per almeno 5 anni.  I titolari della ditta “My Market Srl”, Antonio e Bruno Prestigiacomo, rispettivamente di 47 e 39 anni, sono stati rinviati a giudizio dal gup con l’accusa di estorsione. I due commercianti dovranno comparire in giudizio il prossimo 17 ottobre dinanzi al giudice monocratico. La donna ha riferito anche di essere stata costretta a prendere un periodo di ferie nonostante si fosse assentata per ragioni di salute.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook