Archiviato in | Politica, Politica Regionale

CATANIA: ELEZIONI A SINDACO, PROVE DI COALIZIONE

CATANIA: ELEZIONI A SINDACO, PROVE DI COALIZIONE

“In questo momento, l'unico candidato ufficialmente in campo è il sindaco uscente Stancanelli. Nonostante la confusione del Pdl potrebbe essere Pogliese a compattare la coalizione del centrodestra. il M5s al bivio per ora punta su due persone: la prof precaria Adorno e il tecnico informatico Zappulla e si attende in settimana il nome del candidato ufficiale. Pd e Megafono chiedono le primarie tra Bianco, Berretta e Acagnino”.

Print Friendly, PDF & Email

Quasi tre mesi alle elezioni amministrative, i partiti ancora si stanno organizzando sulla scelta dei candidati per lo scranno a sindaco. Sia nel centrodestra che nel centrosinistra, finora, le posizioni sembrano distanti da accordi di coalizione e confermano che vi sono almeno per ora notevoli differenza. Nonostante le riunioni per raggiungere l’accordo, al momento neanche il Movimento 5Stelle, ha già indicato il suo candidato ufficiale. Al momento sono stati solo definiti, attraverso le primarie interne, i 45 candidati per il Consiglio comunale. Sicuramente la candidatura a sindaco del M5S sarà, rivolta a due pretendenti, e nella fattispecie, tra Lidia Adorno precaria della scuola e Alessandro Zappulla esperto informatico ed ex dipendente Nokia. Silenzio del movimento sull’esperienza amministrativa di questi due esponenti. 5Stelle si limita a dire che qualora uno dei due diventasse sindaco “sarà supportato dagli attivisti del movimento che vantano un alto livello di conoscenza della macchina amministrativa”.

Nel centrodestra, invece, oggi vi è in atto lo scontro sulla candidatura unitaria del sindaco uscente Raffaele Stancanelli che è avversata da personaggi in vista del Pdl. Pochi giorni fa il coordinatore regionale Giuseppe Castiglione ha riferito che per il Pdl “l’era Stancanelli si è conclusa”. Qualche giorno dopo, però, il segretario provinciale azzurro, Basilio Catanoso, non ha chiuso del tutto la porta al sindaco uscente precisando che “delle candidature a sindaco, compresa quella di Stancanelli, è tutto il centrodestra che deve confrontarsi”.  ad alimentare la dialettica interna al partito arrivano le parole dell’ex senatore Pino Firrarello che ha avanzato la proposta di candidare a sindaco l’attuale deputato regionale Salvo Pogliese. Poi Firrarello chiosa: “Non ci sono i tempi per organizzare le primarie… Ritengo che arriveremo alla candidatura a sindaco facendo delle valutazioni con Catanoso, Musumeci, Sudano e se vorrà con l’attuale sindaco Stancanelli. Su Pogliese – conclude l’ex senatore Firrarello – troveremo la convergenza”. Al momento nessuna replica dal sindaco Stancanelli. Al momento dal sindaco nessuna replica, soprattutto per la posizione presa dal duo Firrarello-Castiglione, ma appare chiaro che Stancanelli abbia mire diverse, cioè, potrebbe prendere la decisione di presentarsi con una lista civica lontana dai partiti proprio per attrarre i voti di quella parte di cittadini che in questo preciso momento storico di rivolta sociale, provano un forte rifiuto sulle decisioni imposte dalla politica.

Ingarbugliato pare lo scenario che riguarda il centrosinistra. Infatti è dato perdente dai risultati delle Politiche che a Catania non sono state affatto soddisfacenti. Il Pd ha programmato per domenica 10, una direzione provinciale organizzata per fare il punto sulle prossime amministrative e valutare le recenti dimissioni del vicesegretario Antonio Rizzo e sulla nuova organizzazione del partito, per recuperare i voti perduti e andati presumibilmente al M5s. Il segretario Luca Spataro, invita a una riflessione e passa sopra sulle accuse che gli vengono mosse da alcuni esponenti del partito. In questo contesto così confuso il Megafono di Crocetta resta alla finestra in attesa di conoscere se il centrosinistra farà le primarie o no. Non chiarita ancora la posizione del movimento sulla possibile candidatura del magistrato Marisa Acagnino alla quale era stato proprio Crocetta a chiedere una possibile candidatura.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook