Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

CATANIA: SEI AVVISI PER RIMBORSI ILLECITI ALLA PROVINCIA

CATANIA: SEI AVVISI PER RIMBORSI ILLECITI ALLA PROVINCIA

“La Procura di Catania conferma le indagini. Sono state versate somme dall'ente ai datori di lavoro di alcuni consiglieri, l'accusa è di truffa aggravata e continuata in concorso. L'attuale commissario, Antonella Liotta, ha chiesto una nuova audizione alla Corte dei Conti”.

Print Friendly, PDF & Email

Catania. E’ in corso un’inchiesta sulle spese dei consiglieri della Provincia regionale di Catania. La notizia esce dalla Procura di Catania e conferma le indiscrezioni delle ultime ore che si sentivano già da qualche tempo. Gli inquirenti indagano su assunzioni e promozioni che avrebbero permesso di lucrare sulle differenze contributive a danno dell’ente pubblico. Le indagini sono condotte dal nucleo di polizia tributaria e dalla guardia di finanza. L’inchiesta, diretta dal procuratore aggiunto Michelangelo Patanè, su disposizione del procuratore capo Giovanni Salvi, tende a verificare la congruità delle spese dei gruppi consiliari con la loro attività istituzionale e quelle a carico dell’ente per i rimborsi corrisposti alle imprese che hanno alcuni impiegati tra i consiglieri. “In relazione a notizie di stampa relative agli illeciti ascrivibili a consiglieri provinciali – si legge in una nota della Procura – si comunica che sono in corso di notifica gli inviti a rendere interrogatorio a sei consiglieri provinciali, ai datori di lavoro e ai soci di alcune delle società per truffa aggravata e continuata in concorso”.

Ormai da mesi, l’ente provinciale è nel mirino anche della Corte dei Conti in merito alla nota questione del consuntivo 2010 che sarebbe stato preparato dagli uffici competenti con operazioni messe in dubbio dalla magistratura contabile. Intanto nella sede della Provincia regionale, gli agenti della Finanza hanno provveduto ad acquisire altri atti. Antonella Liotta, attuale commissario dell’ente, investita da una responsabilità che non riguarda il suo operato ma quello della precedente amministrazione e degli uffici (perché i fatti si riferiscono a un periodo antecedente al suo insediamento), ha chiesto una nuova audizione alla Corte dei Conti per avere chiariti alcuni punti che riguardano le operazioni del consuntivo 2011 che potrebbe essere, in un secondo tempo, materia anche della sezione giurisdizionale della magistratura contabile.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook