Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

CALTAGIRONE (CT): LANCIARONO ACIDO SULLA FOLLA, TRE ARRESTI.

CALTAGIRONE (CT): LANCIARONO ACIDO SULLA FOLLA, TRE ARRESTI.

“Lanciarono per vendetta sugli spettatori di un concerto che si teneva in piazza della soda caustica. Rintracciati e arrestati. Si tratta di tre balordi, due calatini e un albanese, che commisero l'atto durante un concerto estivo nell'anfiteatro Tondo vecchio”.

Print Friendly, PDF & Email

Caltagirone. Gli autori del gesto criminoso sono tre: due fratelli, Filippo e Francesco Piazza, rispettivamente di 21 e 23 anni, e un albanese di 21, Sajmir Thekna. Gli autori del gesto criminoso sono stati arrestati dalla polizia a Caltagirone, cittadina in provincia di Catania. Infatti, sono i responsabili, dell’atto che si consumò la sera del 22 giugno dello scorso anno, quando i tre balordi lanciarono una sostanza caustica contro i partecipanti a un concerto nell’anfiteatro Tondo vecchio che provocò gravi ustioni a 16 persone tra spettatori e musicisti. Secondo gli investigatori il motivo dell’atto sarebbe riconducibile a non meglio specificati motivi personali di Filippo Piazza che probabilmente sono connessi a ipotetiche frizioni con il titolare di un esercizio commerciale nei pressi dell’anfiteatro nel quale aveva lavorato e ad un diverbio con la sua ex fidanzata che la sera del 22 giugno era presente nell’anfiteatro come spettatrice. Gli investigatori sono giunti all’individuazione degli autori attraverso testimonianze e indagini su tabulati telefonici e Facebook che hanno consentito di accertare che i tre si frequentavano. Alle ricerche hanno collaborato la squadra mobile di Catania e la Polizia Scientifica di Roma.

L’accusa è concorso, per lesioni personali aggravate dall’aver commesso il fatto con l’utilizzo di sostanze corrosive ed anche da motivi abbietti e futili e dall’aver approfittato di circostanze di tempo e di luogo tali da ostacolare la pubblica o privata difesa, il tutto con l’ulteriore aggravio della premeditazione. Le fase che ha portato all’arresto dei presunti colpevoli è stata illustrata dal Procuratore della Repubblica di Caltagirone Francesco Paolo Giordano durante una conferenza stampa. Esecutore materiale sarebbe stato l’albanese, residente a Caltagirone, mentre i due fratelli, originari rispettivamente della Campania ma residenti anch’essi a Caltagirone, avrebbero fatto da palo.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook