Archiviato in | Politica, Politica Regionale

ELEZIONI: ANGELO LOMBARDO ABBANDONA IL PDS-MPA

ELEZIONI: ANGELO LOMBARDO ABBANDONA IL PDS-MPA

“Il deputato, fratello dell’ex presidente della Regione Siciliana Raffaele non è stato inserito nelle liste elettorali del Pds-Mpa e annuncia: "Non mi riconosco in questi metodi, ora con le mani libere e senza alcun vincolo mi muoverò alle amministrative liberamente - non ritengo più valida la candidatura di Stancanelli".

Print Friendly, PDF & Email

Elezioni. E’ tempo di rivolta nella famiglia Lombardo. Il deputato Angelo fratello dell’ex presidente Raffaele scarica il movimento fondato assieme al fratello e aggiunge:  “Questa è stata la campagna elettorale più veloce della mia carriera politica. Il mio dovere personale verso le liste Mpa può considerarsi nullo, già a partire da oggi”. Così il parlamentare nazionale Angelo Lombardo, non ricandidato dal movimento guidato da suo fratello, invia una nota alla stampa fortemente polemica che evidenzia la frattura tra i due. L’ex presidente della Regione Siciliana, Raffaele, è capolista al Senato nell’isola per Grande sud-Partito dei siciliani, alleato del Pdl.

Angelo Lombardo nella lettera continua: “Non mi riconosco nei criteri di metodo utilizzati per la composizione delle liste, nè nella lettura politica del momento attuale. Preso atto della chiusura opposta alla mia recente esperienza politica e in assenza di ragionamenti stimolanti e di ampio respiro preferisco concentrarmi sulle imminenti amministrative catanesi, con le mani libere e senza alcun vincolo – aggiunge il deputato nazionale – date le mutate condizioni attuali, verso la candidatura Stancanelli, che non ritengo più valida per il futuro della città di Catania”. Arrivati a questo punto l’ipotesi politica più accreditata al momento potrebbe essere un passaggio nell’Udc, nel quale sono confluiti negli ultimi mesi numerosi membri del Pds-Mpa, suoi ex compagni di partito, prima Lino Leanza poi Giovanni Pistorio e ancora Nicola D’Agostino. Si starà a vedere gli ultimi sviluppi della vicenda che potrebbe cambiare gli equilibri per le prossime amministrative compresa la candidatura del primo cittadino del capoluogo etneo.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook