Archiviato in | Politica, Politica Regionale

ELEZIONI: RAFFAELE LOMBARDO SI CANDIDA AL SENATO

ELEZIONI: RAFFAELE LOMBARDO SI CANDIDA AL SENATO

“L'ex presidente, Raffaele Lombardo capolista Mpa al Senato, in una intervista spiega: "Perché io non sarei presentabile? Se la vicenda giudiziaria dovesse concludersi male, potrei lasciare il seggio a Senato" e poi ho chiuso un'alleanza che Berlusconi è tornato a offrirci".

Print Friendly, PDF & Email

Elezioni. L’ex presidente della Regione Siciliana, Raffaele Lombardo, giustifica la sua candidatura come capolista al Senato del suo partito, il Pds-Mpa, nel collegio dell’isola, mentre era ospite della trasmissione 24 mattino su radio 24 la radio del sole 24 ore: “Dopo avere gustato il piacere della pensione per qualche mese – sono stato costretto a candidarmi” infatti “dopo averci lavorato negli ultimi anni, mi sono reso conto che la sinistra voleva distruggerci” e per questo ho chiuso un’alleanza che Berlusconi è tornato a offrirci”. E poi dice: “devo candidarmi per garantire la sopravvivenza di un movimento nato nel 2005 per il quale ho dato lacrime e sangue – a tutto avrei pensato tranne che a dovermi candidare”.

Nel corso della discussione Lombardo respinge anche le accuse di essere impresentabile perché inquisito nel processo in corso a Catania per concorso esterno all’associazione mafiosa: ” Certo – Mi sono posto il problema – aggiunge – ma la legge me lo consente. Poi arrivo a un processo per il quale ho chiesto il rito abbreviato e per il quale la pubblica accusa per tre volte aveva chiesto l’assoluzione”. Inoltre L’ex presidente della Regione Siciliana non esclude, se eletto, di dimettersi dal Senato: “se la vicenda giudiziaria dovesse concludersi male, potrei lasciare il seggio continua”. Per quanto riguarda la comparazione tra il suo caso e la vicenda Dell’Utri Lombardo interviene: “Lui è approdato in Cassazione e all’appello è stata richiesta una pesante condanna: sono situazioni assolutamente da non paragonare”.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook