Archiviato in | Cronaca Regionale

CATANIA: CENTRO STORICO, FINANZIERI SEQUESTRANO 1,5 TONNELLATE DI ”BOTTI”

CATANIA: CENTRO STORICO, FINANZIERI SEQUESTRANO 1,5 TONNELLATE DI  ”BOTTI”

Print Friendly, PDF & Email

I militari  del 1° Nucleo Operativo del Gruppo della Guardia di Finanza di Catania hanno bloccato un furgone condotto da un 46enne catanese, con all’interno oltre 15 quintali di fuochi artificiali illecitamente detenuti e pronti per la rivendita. I fuochi pirotecnici di notevole pericolosità, per lo più di fabbricazione cinese, erano destinati, presumibilmente, alla vendita tramite improvvisate bancarelle sparse lungo le strade del capoluogo etneo.

M.M.(sono le sue iniziali) è stato bloccato nel quartiere “cibali”, poco prima della mezzanotte, con se portava anche una pistola giocattolo. Tra gli esplosivi sequestrati, veri e propri ordigni dall’effetto esplosivo micidiale in grado di arrecare gravissime conseguenze all’incolumità delle persone che li maneggiano, “ombre rosse, aquile della notte, top 10, grande fuga, tuono di mezzanotte, duello al sole, razzo testarossa, ecc”. Il tutto veniva posto sotto sequestro ed il trasgressore denunciato a piede libero per detenzione illecita di materiale esplodente e senza marcatura.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook