Archiviato in | Cronaca Regionale

CALTAGIRONE(CT): ACCORDO REGIONE GOVERNO, IN ARRIVO 11MILIONI PER IL CARCERE

CALTAGIRONE(CT): ACCORDO REGIONE GOVERNO, IN ARRIVO 11MILIONI PER IL CARCERE

Print Friendly, PDF & Email

Fra le tre carceri siciliane che saranno ampliate con la costruzione di appositi padiglioni, destinati a ospitare 200 detenuti ciascuno, c’è anche quello di Caltagirone (insieme a Trapani e Siracusa). E’ quanto sancito dall’intesa firmata ieri, a Roma, dal commissario delegato per il piano carceri, Franco Ionta, e dall’assessore regionale alle Autonomie locali e alla Funzione pubblica, Caterina Chinnici.

La costruzione di un nuovo padiglione, che comporterà un investimento di 11 milioni di euro e, secondo le notizie giunte dalla Capitale, avverrà nel giro di due anni, aumenterà di oltre il doppio l’attuale capienza dell’istituto. Una recente indagine della Uil Penitenziari ha attribuito alla casa circondariale di contrada Noce, a Caltagirone, la maglia nera fra le carceri più affollate d’Italia, anche se sulle cifre diffuse dal sindacato la direzione dell’istituto penitenziario è intervenuta con alcune precisazioni da cui emerge un quadro meno sconfortante.

“Si tratta indubbiamente di una buona notizia – commenta il sindaco Francesco Pignataro –  I lavori, di grande utilità per porre fine all’eccessivo affollamento della struttura, potranno consentire anche di far tirare una boccata d’ossigeno al settore edile, con l’impiego di manodopera. Noi, dal canto nostro, continueremo a darci da fare, in sinergia con il direttore Valerio Pappalardo, per rendere sempre più efficace l’integrazione della struttura carceraria col nostro territorio attraverso la conferma e/o il potenziamento di attività culturali e socializzanti”.

Il carcere di Caltagirone è già al centro di interessanti iniziative, come il centro per il recupero dei detenuti nel fondo Sturzo, la casa di accoglienza dei loro familiari realizzata dalla Curia, corsi di ceramica, vari progetti (soprattutto cinema e serra), ma anche attività sportive.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook