Archiviato in | Ambiente

SIRACUSA: PIANO PAESAGGISTICO, IL SINDACO VISENTIN REPLICA “LA REGIONE HA VIOLATO LE REGOLE”

SIRACUSA: PIANO PAESAGGISTICO, IL SINDACO VISENTIN REPLICA “LA REGIONE HA VIOLATO LE REGOLE”

Print Friendly, PDF & Email

“Le accuse che mi sono state rivolte dagli onorevoli Granata, Bonomo, Marziano e De Benedictis sono fuori luogo, frutto di una strumentalizzazione che non rende onore alle loro intelligenze”. Lo afferma il sindaco, Roberto Visentin, rispondendo all’accusa di volere rinviare la trattazione del piano paesaggistico.

“Mi imputano di non essere rispettoso delle regole – dice ancora il sindaco Visentin – ma per essere credibili dovrebbero riconoscere che a violare le regole è stata finora la Regione, fissando l’inizio della concertazione per il 16 dicembre, cioè domani, mentre nel decreto dell’assessore Armao del mese di settembre è espressamente detto che doveva iniziare a novembre. I quattro parlamentari, sostenitori del governo Lombardo, questo non lo dicono, e non credo perché sono distratti. E non dicono neppure che gli enti locali hanno 30 giorni di tempo per presentare le osservazioni, periodo che nel nostro caso sarebbe in parte assorbito dalla pausa natalizia”.

Prosegue il sindaco Visentin: “Non è mia intenzione tirarla per le lunghe. Penso, invece, di avere avanzato una proposta di buon senso e, soprattutto, rispettosa delle prerogative del sindaco, dell’Amministrazione e del consiglio comunale, che deve licenziare le osservazioni su uno strumento che troppi ritardi ha accumulato negli anni e non per colpa del Comune.  Forse i signori deputati farebbero bene ad occuparsi dello scarso rispetto che la Regione riserva alle istituzioni locali”.

“Invece – attacca il sindaco Visentin – è forte il sospetto che sul piano paesaggistico, del quale fino a domani non avremo conoscenza, si voglia fare una finta concertazione. Cosa ancora più grave per Siracusa, il cui Piano e stato licenziato sulla base di una cartografia vecchia, e perciò sbagliata, perché non tiene conto delle concessioni rilasciate negli ultimi due anni per effetto del nuovo piano regolatore generale. Prima di lanciare accuse – conclude il sindaco Visentin – i difensori del governo Lombardo farebbero bene a spiegare da cosa è dettata tutta questa fretta. Cosa impedisce un rinvio di pochi giorni, tanto da gridare allo scandalo, per un progetto le cui linee guida sono state approvate nel ’99, che è stato consegnato dalla Soprintendenza nel marzo del 2008 e che per ben due anni è rimasto nei cassetti del comitato scientifico?”.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook