Archiviato in | Cronaca Regionale

EFFETTO CRISI, NATALE “MAGRO” PER I SICILIANI

EFFETTO CRISI, NATALE “MAGRO” PER I SICILIANI

Print Friendly, PDF & Email

Quelle che si apprestano a vivere i siciliani saranno feste molto sottotono confermando così un “trend” che, ormai, si va accentuando di anno in anno. I soldi in circolazione sono davvero pochi e, pertanto, le voci “regali e cenone” non figurano nel budget della  stragrande maggioranza delle  famiglie siciliane. Tra l’altro, le tredicesime, per chi avrà la fortuna di percepirle, sono già state tutte impegnate per il pagamento di bollette, mutui, bolli e tasse varie. La situazione, purtroppo, è drammatica e la gente è costretta a perfezionarsi nell’arte di arrangiarsi cercando di procurarsi una liquidità che permetta loro di tirare avanti. Segnale di malessere, tra l’altro, è il sempre crescente numero di persone che riscattano le assicurazioni sulla vita perdendo così tutto quello che sarebbe maturato arrivando alla naturale scadenza. Anche i commercianti e gli artigiani, come rivelato dalla Confcommercio, chiedono fidi e prestiti ma non già, come sarebbe naturale, per affrontare spese di ristrutturazione, ammodernamento, ampliamento ecc. ma per disporre di denaro contante per pagare direttamente i fornitori così da evitare il maturarsi di interessi bancari che farebbero  lievitare i costi di gestione, già troppo alti. A margine di ciò bisogna rilevare, inoltre a livello nazionale, come sia ben il 5% delle famiglie a non riuscire piu’ a pagare il muto della casa confermando come la crisi ha colpito la naturale propensione degli italiani a risparmiare. Ma, tornando a noi, il quadro che si presenta è desolante con i soliti problemi sul tavolo che la classe politica è incapace di risolvere e la stragrande maggioranza della gente che arranca ma che, fortunamente, non molla.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook