Archiviato in | Arte e Cultura, Turismo

TRAPANI: LA FORTEZZA DELLA COLOMBAIA TRASFERITA ALLA REGIONE SICILIANA, ADESSO SI PASSA AL RESTAURO

TRAPANI: LA FORTEZZA DELLA COLOMBAIA TRASFERITA ALLA REGIONE SICILIANA, ADESSO SI PASSA AL RESTAURO

Print Friendly, PDF & Email

“Concluso il lungo percorso per il trasferimento alla Regione del “gioiello” della Colombaia di Trapani, occorre utilizzare tempestivamente le risorse disponibili per il consolidamento prima ed il restauro dopo, di uno dei piu’ importanti monumenti di Trapani e della Sicilia, tanto da divenire, lo scorso anno, monumento del cuore degli italiani nell’iniziativa lanciata dal FAI”. Cosi’ l’assessore regionale per l’Economia, Gaetano Armao, durante la conferenza stampa nella sede della Soprintendenza per i Beni Culturali di Trapani, nella quale sono state illustrate le iniziative assunte dalla Regione in questi mesi per giungere all’acquisizione al demanio regionale della Fortezza della Colombaia e, soprattutto, per il recupero del monumento oggi in stato di profondo degrado.

“Abbiamo condotto con lo Stato – ha detto Armao – una lunga trattativa, felicemente conclusasi il mese scorso, per avere il possesso di molti beni demaniali che entrano cosi’ a far parte del patrimonio regionale. E per la Colombaia – unico caso nell’ordinamento siciliano – ed anche grazie all’attenzione della Commissione paritetica, si e’ addirittura giunti all’emanazione di uno specifico decreto legislativo”. “Abbiamo cosi’ dato risposte – ha aggiunto l’assessore – alle sollecitazioni del Fai, che fin dall’inizio ha creduto in questa operazione di recupero, e proprio per evitare che il degrado in cui la Fortezza si trova potesse aggravarsi, abbiamo da tempo reperito i fondi necessari per i primi e piu’ urgenti interventi di manutenzione, utilizzando risorse regionali ed europee”.

“Il risultato conseguito oggi – ha concluso Armao – e’ frutto dell’impegno congiunto e coordinato delle istituzioni locali, Comune e Provincia, cui va il mio ringraziamento e con le quali abbiamo svolto un lavoro sinergico in favore di Trapani e del suo territorio. Ma il piu’ sentito e sincero ringraziamento va ai trapanesi che con caparbieta’ hanno ottenuto un bene di grande rilievo culturale che e’ anche un simbolo della citta’ e della sua storia. Ben presto, a restauro ultimato, potra’ essere restituito a loro e a quanti vorranno venire a visitarlo”.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook