Archiviato in | Scuola

SAN GIOVANNI LA PUNTA(CT): PROTESTE STUDENTESCHE AL “POLIVALENTE” IN ATTESA DELLO SCIOPERO DEL 14

SAN GIOVANNI LA PUNTA(CT): PROTESTE STUDENTESCHE AL “POLIVALENTE” IN ATTESA DELLO SCIOPERO DEL 14

Print Friendly, PDF & Email

Una “protesta creativa” – così l’ha definita qualche giorno fa il Dirigente scolastico del liceo “Majorana” di San Giovanni La Punta, prof. Filippo Virzì – ma pur sempre una decisa protesta, con tanto di programmi di autogestione nelle varie classi per alcuni giorni, striscioni anti-Gelmini e dibattiti serrati. L’ultimo dei quali, sabato 4, si è inserito nel contesto di una imponente manifestazione che ha visto coinvolti e organizzati i due istituti del Polivalente, il “Majorana” e il “De Nicola”, riuniti nello spazioso campo sportivo del plesso. Il sit-in si è svolto con l’intervento dei rappresentanti d’Istituto di entrambe le scuole, ma anche di soggetti esterni invitati per l’occasione, come alcuni studenti dell’ITIS di Belpasso, il referente della Federazione degli Studenti di Catania, Luca Tasinato, e il coordinatore catanese dell’UDU (Unione degli Universitari) Fabio Tasinato, preoccupati per le ripercussioni negative della riforma dell’Università sul futuro dei giovani iscritti “discriminati sulla base delle possibilità economiche più che del reale merito”; indignati, inoltre, di fronte alla sistematica dequalificazione del personale scolastico attraverso i tagli e, soprattutto, alla dequalificazione della funzione della scuola pubblica, mortificata nel suo ruolo prioritario rispetto al proliferare degli istituti privati sovvenzionati dallo Stato. Ma non finisce qui. “Rivendicheremo il nostro diritto allo studio con la partecipazione in massa allo sciopero di giorno 14, e nel frattempo riprenderemo le normali lezioni in questi giorni, a riprova della serietà dei nostri intenti”, afferma una rappresentante del liceo “Majorana”, Giorgia Musmeci; “continueremo a protestare – insiste la studentessa – in modo creativo e responsabile, con l’ideazione di canzoni, cartelloni, fumetti satirici e striscioni da portare in corteo e la sensibilizzazione degli studenti di biennio anche con l’aiuto dei professori, con noi solidali. In più, daremo vita a un documento di nostre proposte e stiamo portando avanti una raccolta firme per il ritiro della Riforma Gelmini”.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook