Archiviato in | Cronaca Regionale

PALERMO: PRESENTATA LA “CARTA DEGLI IMPEGNI”, PER CONTRASTARE LA DISOCCUPAZIONE, LA POVERTÀ E TUTELARE L’AMBIENTE

PALERMO: PRESENTATA LA “CARTA DEGLI IMPEGNI”, PER CONTRASTARE LA DISOCCUPAZIONE, LA POVERTÀ E TUTELARE L’AMBIENTE

Print Friendly, PDF & Email

Con la sottoscrizione della “Carta degli Impegni” si è conclusa, a Palermo, la conferenza “Giovani, scelte e futuro: un progetto condiviso” organizzata dall’associazione per la Mobilitazione Sociale Onlus, diretta da Marco Marchese, nell’ambito del progetto Giovani in Mobilitazione per scelte condivise inserito nel programma Gioventù in azione. Il documento contiene le misure d’intervento, individuate da giovani e politici provenienti da 30 comuni della provincia di Palermo, su temi relativi alla disoccupazione giovanile, alla povertà e all’ambiente. Le diverse soluzioni in merito agli argomenti trattati sono giunte al termine di un seminario che si è concretizzato attraverso due giornate di workshop all’hotel Addaura seguite da una conferenza finale a Palazzo dei Normanni. Tre giornate di partecipazione e confronto dedicate all’identificazione di azioni concrete come dotare i giovani di competenze spendibili nel mercato del lavoro, attivare di sportelli di orientamento su scuola, lavoro e impresa gestiti da personale qualificato, sostenere economicamente le iniziative imprenditoriali degli under 35, incentivare le aziende che assumono giovani e coinvolgere gli stessi nella gestione di spazi per finalità socio-aggregative, favorire la raccolta differenziata e le produzioni ecocompatibili.

«All’inizio del percorso – afferma Marchese – ci siamo chiesti come avvicinare i giovani agli amministratori locali ed accendere la loro voglia di partecipare alla vita politica dei propri comuni. La risposta è arrivata stimolando entrambe le parti all’ascolto, al confronto e al dialogo per il raggiungimento di un obiettivo comune che non rappresenta il volere dell’uno o dell’altro quanto un volere condiviso da tutti. Speriamo che quest’esperienza sia per i giovani e i politici l’inizio di un percorso di progettazione comune volto al benessere del territorio e dei cittadini». Affinché i risultati vengano raggiunti, i giovani hanno chiesto agli amministratori di essere considerati una risorsa e non solo un bacino di voti, di lavorare in maniera congiunta e di essere più presenti nel territorio per conoscerne i bisogni. Alla conferenza hanno partecipato, tra gli altri, il presidente dell’Unione degli Assessorati, Giacomo Mulè, il referente dell’associazione nazionale Comuni Italiani, Raoul Russo, l’assessore provinciale alle Politiche Giovanili, Eusebio Dalì, il presidente della Rete Eurodesk Italy, Ramon Magi, il referente dell’Agenzia Nazionale Giovani, Paola Trifoni e il referente del Ministero della Gioventù, Valentina Marcellini.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook