Archiviato in | Cronaca Regionale

CATANIA: INSTALLATI I PRIMI PARCOMETRI. ENTRO NATALE L ’AVVIO DEL NUOVO SERVIZIO

CATANIA: INSTALLATI I PRIMI PARCOMETRI. ENTRO NATALE L ’AVVIO DEL NUOVO SERVIZIO

Print Friendly, PDF & Email

Con l’installazione dei primi apparecchi, anche Catania si allinea all’utilizzo dei “parcometri”. Il nuovo servizio di pagamento delle tariffe di sosta delle auto voluto dall’Amministrazione Stancanelli per garantire celerità ma anche risparmio per gli utenti, che potranno pagare così solo il tempo di sosta effettiva, mediante il frazionamento della tariffa oraria.
L’iniziativa, che si ispira ai moderni criteri di efficienza ed economicità diffusi già in molte altre parti d’Italia, prevede la posa in opera di 300 colonnine di nuova generazione, formato “totem”, modelli che sono stati forniti da un’azienda tedesca specialista del settore. Le prime sono installate in corso Sicilia, proprio sotto gli uffici di Sostare, l’Azienda che da otto anni gestisce a Catania i parcheggi a tempo e a pagamento, ma anche in altre zone cittadine si provvedendo alllo loro collocazione, opera che sarà completate ento il prossimo 14 dicembre. Le colonnine di distribuzione copriranno capillarmente tutte le zone in cui si trovano stalli blu, rendendo più celere e immediata l’operazione di pagamento ed esposizione del ticket-sosta, senza bisogno di dover ricercare il rivenditore aperto più vicino.
“I parcometri che l’azienda Sostare sta provvedendo a installare – spiega il sindaco Stancanelli- sono capaci di erogare anche i biglietti di corsa semplice delle linee urbane Amt, obliterabili in vettura. In questo caso Catania pare sia addirittura la prima città italiana ad offrire un servizio di questo genere. Prima di Natale – aggiunge il primo cittadino – questi nuovi strumenti saranno già in funzione inaugurando così una nuova fase della sosta a pagamento che prevede vantaggiose novità per chi utilizza le strisce blu. Senza contare il piano di riordino che abbiamo deciso di varare per il nuovo anno, con agevolazioni importanti per i residenti che si vedranno quasi azzerato il loro onere economico”.
Sarà possibile “acquistare” anche una quota minima di sosta, esempio 40 centesimi (32 minuti), anzichè pagare l’ora intera e non utilizzata completamente. Aggiungendo altre monete da 5 centesimi (e multipli) l’utente potrà proseguire la sosta secondo le proprie esigenze -senza far ricorso a ticket orari- seguendo le indicazioni fornite automaticamente dal display del parcometro, proporzionalmente alla tariffa oraria, che rimarrà sempre di 75 centesimi l’ora (la più bassa d’Italia).
Il parcometro erogherà anche i tagliandi da mezza giornata, al costo di 2,40 euro per la fascia oraria prescelta. In questo caso l’utente inserendo l’importo al termine della fascia oraria scaduta otterrà un biglietto di sosta valido per quella successiva (anche per la giornate successive in caso di domenica o festivi).
“Questo nuovo sistema – spiegano dall’Azienda Sostare – contribuirà anche ad eliminare il contenzioso derivante da errate compilazioni dei tagliandi, il disagio dell’acquisto dei biglietti negli orari di chiusura delle rivendite ed i tentativi di contraffazione, spesso riscontrati. L’avvento dei parcometri è un passo importante che adeguare gli standard qualitativi di Catania in materia di sosta a quelli di altri Comuni italiani all’avanguardia. I vantaggi sono innegabili e confermano la volontà dell’Amministrazione Comunale e di Sostare di volere offrire un servizio sempre più efficiente ai cittadini”.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook